Ottimi prodotti sono ancora meglio se utilizzati con ottime tecniche

Il Centro Formazione Garrison è una raccolta di casi clinici in continua evoluzione, trucchi e suggerimenti, con accredito CE on line con un obiettivo : aiutarvi ad ottenere i migliori risultati clinici in assoluto.

Segnatevi questa pagina e tornateci spesso, oppure iscrivetevi qui sotto per ricevere le nostre mail. Se avete una tecnica che avete trovato particolarmente utile nel vostro studio, condividetela ! Contattateci scrivendo a contact@garrisondental.com

Per comodità dei nostri clienti, includiamo link ad altri siti. Garrison non è responsabile per il contenuto dei siti di terzi.

Cerca nel Centro Formazione Garrison

Visualizzazione 1 - 8 di 8 risultati
FAQ

Cosa fare se il dente/i denti da restaurare sono molto distanziati?

Le matrici Composi-Tight possono essere adattate maggiormente rispetto ad una matrice tradizionale, ma se la distanza è troppo grande si dovrà usare una delle matrici del kit della Garrison per espansione in caso di dente adiacente mancante.

FAQ

Qual è la differenza tra SoftWedge e altri cunei di legno?

I cunei interdentali SoftWedge sono in legno di tiglio, non di sicomoro o acero. Questo legno più comprimibile e si adatta meglio ai contorni interprossimali. Si gonfia con l’umidità creando una ottima sigillatura. I cunei SoftWedge sono anche più lunghi dei tradizionali cunei in legno permettendo così una completa penetrazione dello spazio interdentale.

FAQ

Si può utilizzare Composi-Tight con l'amalgama?

Le matrici Composi-Tight sono state progettate e testate per l’uso con composito. A causa dei contatti particolarmente stretti che si creano con questo sistema non è raccomandato l’uso dell’amalgama. Per i restauri con amalgama è meglio usare le matrici SlickBands o ReelMatrix.

FAQ

Cosa fare se ho difficoltà a posizionare le matrici sezionali?

Creare una separazione preventiva sarà di aiuto. Il metodo preferibile è di usare un cuneo interdentale FenderWedge durante la fase di preparazione della cavità. Il cuneo interdentale FenderWedge inizierà a separare il dente durante la preparazione. Quando la preparazione è complete, rimuovere il cuneo interdentale FenderWedge e posizionare subito la matrice. Anche l’uso di una matrice tradizionale può funzionare per la separazione preliminare ma non proteggerà il dente adiacente da un contatto accidentale con il trapano.

FAQ

Cosa fare se ho difficoltà a rimuovere le matrici a causa dell'aderenza del contatto?

L’uso delle matrici con rivestimento antiaderente SlickBands o SlickBands XR faciliterà molto la rimozione della matrice. Inoltre la nostra pinza per matrici con le punte in carburo di tungsteno garantisce una presa eccellente sulle matrici molto sottili e garantisce una rimozione più facile.

FAQ

Posso utilizzare una pinza per dighe in gomma per aprire gli anelli?

Raccomandiamo vivamente di usare le pinze per il posizionamento degli anelli della Garrison. Sono progettate specificatamente per aprire i nostri anelli e facilitarne l’uso. Le pinze per dige in gomma non si adattano perfettamente agli anelli e in molti casi non sarà possibile aprirli sufficientemente.

FAQ

Cosa devo fare se il contatto è troppo stretto e causa disagio al mio paziente?

E’ la combinazione tra la forza separante dell’anello e del cuneo interdentale che allunga il legamento parodontale. Ridurre la misura del cuneo interdentale alleggerirà il contatto. I contatti troppo stretti possono essere ridotti con l’uso di una striscia abrasiva di rifinitura fine.

FAQ

Qual è la differenza tra i vostri anelli 3D e gli altri anelli di tipo V?

Solo gli anelli 3D sono stati progettati con un nucleo che dà una direzione interprossimale alla tensione dell’anello creando maggiore separazione. Solo l’anello 3D è dotato di uno strato di soffice silicone sulle punte per garantire un contatto completo della matrice sul dente. Le sbavature di materiale composito sono praticamente eliminate. Inoltre solo gli anelli 3DXR sono progettati in maniera tale da agganciarsi ad ogni tipo di dente evitando lo slittamento dell’anello.